CGC beffato a Bassano

HOCKEY A1 - Una clamorosa svista arbitrale costa la partita ai bianconeri battuti per 3 a 2. Si complica la rincorsa alla capolista Amatori Lodi. Forte dei Marmi bloccato (3-3) dal Sarzana. Serratissima lotta per il terzo posto.

-

28_3_12__hockey.jpg

iframe width=”300″ h

Massimo Mariotti temeva il posticipo di Bassano e i fatti purtroppo gli hano dato ragione. Il CGC esce sconfitto 3-2 dalla tana dei veneti al termine di una partita combattutissima e condizionata nel finale dal clamoroso errrore del signor Perrone, uno dei due arbitri del match che non ha convalidato, come avrebbe dovuto fare, il gol realizzato da Alessandro Bertolucci su punizione assegnata per il decimo fallo di squadra commesso dai locali di coach Giudici. Insomma una sconfitta amara e bruciante che adesso rende arduo l’inseguimento alla capolista Amatori Lodi. 21esima giornata da dimenticare per le versiliesi visto che il Forte dei Marmi non e’ andato oltre il 3 a 3 casalingo nel derby con il Sarzana confermatosi piu’ che mai bestia nera dei rossoblu. Non solo il mezzo passo falso interno ma anche l’infortunio patito dal coach-giocatore Roberto Crudeli il quale ha rimediato una frattura al setto nasale. Curioso notare pero’ che dopo la magnifica vittoria di Viareggio la squadra del presidente Tosi ha perso smalto infilandosi in un tunnel di risultati negativi che dura ormai da oltre un mese. Fatto sta che la classifica a meno 5 dalla fine della regular-season dice che il primato di Lodi pare quasi inattaccabile cosi’ come il secondo posto del CGC. Serratissima invece la lotta per il terzo posto che vede coinvolte Valdagno, Forte dei Marmi, Giovinazzo, Bassano, e, forse, anche il Breganze. E nel prossimo turno spicca proprio Giovinazzo-Breganze che ci dira’ se i vicentini possono davvero rientrare in gioco. Per il resto impegni sulla carta abbordabili per le altre. Nel dettaglio il CGC ospitera’ il Follonica mentre il Forte sara’ di scena sulla pista del fanalino di coda Matera, occasione giusta per ritrovare la vittoria.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento