Sgominata la banda dei “Bad Boys”

LUCCA - Gli uomini della squadra mobile della questura hanno sgominato una banda di giovani specializzata in rapine, furti e spaccio anche dentro una scuola.

-

Spaccio di droga, rapina a mano armata, furti, ricettazione e violenze: erano queste le attività a cui era dedita la banda di giovani e giovanissimi smantellata con l’operazione “Bad Boys”, dagli uomini della squadra mobile della questura di Lucca, coordinati dal dirigente Virgilio Russo. Il sodalizio criminale era composto da cinque persone, tra le quali anche un extracomunitario e un minorenne. Tre di loro sono finiti in carcere: si tratta di Giuseppe Covello di 22 anni residente a Lucca, Ciro Palumbo 23 anni di Lucca e Abdelila Ait el Khadir, 24enne di origine marocchina senza fissa dimora. Il quinto indagato, minorenne lucchese, e’ stato denunciato al tribunale dei minori per rapina e spaccio. I malviventi, operando non sempre insieme, ma anche singolarmente negli ultimi mesi si erano resi responsabili di una rapina i danni di un supermercato nel quartiere di San Vito alla periferia di Lucca, di un furto d’auto, una rapina in un’abitazione, minacce e ricettazione. Inoltre alcuni di loro erano dediti allo spaccio di hascish, extasi e altre droghe nei pressi di una scuola superiore di Lucca. Per M. L., 31 anni, in quinto componente della banda che aveva un ruolo più defilato è scattato l’obbligo di firma: quest’ultimo prestò l’automobile a Ait El Khadir per compiere un furto negli studi televisivi di Noi tv lo scorso gennaio, dove furono rubati televisori e pc.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento