Domenica di festa a Casa Pascoli

BARGA - Grande partecipazione alla Festa del Borgo della Poesia. Nel cortile della casa di Castelvecchio poesie, musica e rievocazioni storiche.

-

Poesie e rievocazioni per tornare indietro nel tempo, a quel tempo in cui qui viveva e scriveva Giovanni Pascoli. Era l’ottobre del 1895 quando il poeta romagnolo giunse in Garfagnana.
E così, come da tradizione, per una domenica di ottobre Castelvecchio ha ospitato la Festa del Borgo della Poesia, organizzata dalla Fondazione Giovanni Pascoli, dal Comune di Barga, dalla Misericordia di Castelvecchio e dalla Provincia di Lucca. Una giornata ancora più sentita dato che quest’anno ricorre il centenario della scomparsa del poeta.
Casa Pascoli e’ stata lo scenario di una ricostruzione storica della vita contadina di cento anni fa, grazie all’associazione culturale Smaskerando di Fornaci di Barga, mentre nel cortile le protagoniste sono state la musica e la poesia. Le opere di Pascoli lette da Graziella Cosimini si sono alternate alle note della Garfagnana Brass Band. Nel corso dell’incontro è stato presentato anche il libro fotografico “Una magnifica presenza” di Caterina Salvi a cura del professor Pietro Paolo Angelini. Gli scatti più significativi sono stati selezionati per una piccola mostra allestita nella Foresteria, insieme alle opere di Sandra Rigali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento