Dossier contro Sereni, assolto Lilio Giannecchini

LUCCA - Il Tribunale di Lucca ha assolto dalle accuse di violenza privata e violazione della legge sulla privacy Lilio Giannecchini, 87 anni, ex direttore dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea lucchese.

-

La vicenda era iniziata due anni fa. Giannecchini era stato denunciato dall’ex sindaco di Barga, il professor Umberto Sereni, a quell’epoca in procinto di candidarsi al consiglio provinciale. Sereni aveva detto che l’allora presidente dell’Istituto della Resistenza gli aveva intimato di non candidarsi, minacciando in caso contrario di divulgare un dossier sul ruolo che suo padre, Bruno Sereni, aveva avuto nella guerra di Spagna, conflitto che vide protagonista anche il regime fascista italiano.
Giannecchini era stato rinviato a giudizio e per quell’accusa era stato rimosso dal suo posto di direttore dell’Istituto storico. Dopo due anni però è arrivata la sentenza del Tribunale, che l’ha assolto con formula piena.
‘Rispetto la sentenza ma rifarei esattamente ciò che ho fatto’, ha commentato Sereni, che valuterà un eventuale ricorso in appello.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento