Ufficiale: le piccole stazioni non si toccano

PROV. LUCCA - La Regione ha confermato ufficialmente quanto già annunciato nei giorni scorsi: la riorganizzazione della linea ferroviaria Viareggio-Lucca-Firenze slitta a dopo il 31 dicembre.

-

5_11_10_furtorame_stazione_vg.jpg

Per il momento, dunque, per le stazioni di Montecarlo, Porcari, Capannori, Nozzano e Massarosa il pericolo chiusura è scongiurato. La polemica scoppiata dopo l’annuncio dell’assessore Luca Ceccobao, insomma, ha dato i suoi frutti.
La Regione è stata chiara: dopo i pesanti tagli del governo iniziati nel 2010 ci sono meno risorse per il traporto pubblico locale e non si può fare a meno di riprogettare. La messa in atto della riorganizzazione della linea da Firenze fino a Viareggio, passando per Prato, Pistoia e Lucca, è però rinviata al 2013. In particolare la chiusura di 7 piccole stazioni, la loro copertura con servizi alternativi su gomma e la soppressione dei convogli più ‘lenti’ e poco utilizzati, che l’assessore ai trasporti Luca Ceccobao voleva operativa sin da novembre.
Il confronto sulla rimodulazione del contratto di servizio tra Regione e Trenitalia, ha annunciato la giunta toscana, si svolgerà attraverso un tavolo tecnico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento