“Animali vecchi, non certo malnutriti”

LUCCA - La Forestale di Lucca ha reso noto oggi il sequestro degli animali allevati in una fattoria alle porte della città. Il titolare ci ha aperto le porte difendendosi dalle accuse.

-

20_11_fattoria.jpg

“Animali denutriti e maltrattati”. Sono queste le accuse con cui il Corpo Forestale ha sequestrato gli animali della fattoria “Tra fili d’erba” di Tempagnano. Un luogo conosciutissimo in tutta Lucca dove ogni giorno decine di bambini, anche disabili, vengono a giocare e a divertirsi. E’ soprattutto questo quello che fa male a Roberto Nutini, il titolare della Fattoria che nasce 11 anni fa come Associazione Culturale. A poche ore dal blitz della Forestale ha aperto le porte alle telecamere di NoiTv per mostrare a tutti, ancora una volta, in che condizioni vivono i numerosi animali domestici ospiti della fattoria: cavalli, percore, conigli e tantissimi altri. Nutini sa che Forestale e Asl fanno il proprio dovere, probabilmente su una segnalazione, ma mostra oroglioso i suoi animali. Anche questi cavalli di 30 anni, definiti malnutriti, ma che invece sul loro corpo mostrano solo i segni del tempo. Oppure questo cumulo di deiezioni, lasciate all’aperto senza contenimento, ma comunque ben lontane dal fieno.
Roberto Nutini – titolare “Tra fili d’erba”
In attesa delle decisioni dei giudici, Nutini annuncia di essere pronto a sistemare tutto quello che non va e a ripartire con la stessa tenacia.
Roberto Nutini – titolare “Tra fili d’erba”

Lascia per primo un commento

Lascia un commento