Gli studenti di nuovo in piazza

LUCCA - Studenti universitari, delle scuole superiori e medie, ma anche insegnanti precari e centro sociali sono tornati a sfilare nelle vie del centro storico di Lucca, per la seconda volta nel giro di otto giorni.

-

Circa cinquecento i partecipanti alla manifestazione, che ha preso le mosse da piazza San Francesco. Presenti anche i sindacati Cobas, in coda al corteo. Notevole lo spiegamento delle forze dell’ordine, dopo che sabato scorso manifestanti e polizia erano entrati in contatto nei pressi di Palazzo Orsetti, dove era in corso la visita del ministro Ornaghi. Anche oggi ci sono stati slogan contro la politica di austerity del governo Monti e i tagli alla pubblica istruzione. Ma soprattutto il corteo è stato caratterizzato dalla protesta contro le forze dell’ordine, proprio in riferimento agli episodi di sabato scorso, che potrebbero costare la denuncia di alcuni studenti, e contro i mezzi di informazione, accusati di aver criminalizzato il movimento di protesta. Oggi il corteo si è svolto senza particolari tensioni. Qualche momento di confusione c’è stato in via Fillungo, quando i manifestanti si sono fermati per invitare gli studenti del Liceo Artistico ad unirsi a loro. Sono stati accesi alcuni fumogeni ed un manifestante ne ha lanciato uno, che è finito nel tratto di strada tra il corteo e le forze dell’ordine. Per qualche istante via Fillungo è stata invasa dal fumo. Poi però la manifestazione è proseguita senza incidenti. La protesta ha riguardato anche i tagli ai servizi pubblici, come il trasporto ferroviario. Inutile garantire il diritto allo studio se poi non si possono raggiungere le scuole, hanno detto gli studenti nel corso del sit – in conclusivo in piazza San Michele. Erano presenti anche alcuni rappresentanti della giunta comunale, che hanno convocato un incontro con gli studenti, giovedì prossimo, per affrontare l’emergenza scuola.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento