Piazzale Verdi, Italia Nostra annuncia battaglia

LUCCA - Il Comune non ha intenzione di ritirare il progetto di riqualificazione di Piazzale Verdi. Lo ha detto il sindaco Tambellini alle varie associazioni, tra cui Italia Nostra e Legambiente, che contestano il piano.

-

Il Comune non ha intenzione di ritirare il progetto di riqualificazione di Piazzale Verdi. In sostanza è questo ciò che il sindaco Alessandro Tambellini ha detto alle varie associazioni, tra cui Italia Nostra e Legambiente, che chiedono invece di stoppare il piano di ristrutturazione dell’area. In sostanza, il progetto sottoposto all’attenzione del consiglio comunale che dovrà esprimersi in una delle prossime sedute.
Nel piano dei lavori, per un costo complessivo di oltre 5 milioni, è stata cancellata l’idea dell’anfiteatro, che era stata proposta dalla precedente amministrazione comunale. Al posto dell’anfiteatro è stata prevista la realizzazione di un’aiuola ad ellisse. Un progetto inutile e dispendioso, secondo Italia Nostra, che è intenzionata a dare battaglia. Oltre all’aiuola, il progetto di recupero prevede di abbattere circa sessanta alberi e la totale lastricatura del resto del piazzale, comprendente anche lo scavo archeologico e la salita di San Donato. Per Italia Nostra, oltre che inutile, il progetto è anche un insulto alla memoria dei caduti della prima guerra mondiale, ricordati con un monumento in mezzo al piazzale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento