Un olimpionico alla Puliti

SCHERMA - Mihai Covaliu, 35 anni. CT della Nazionale rumena di sciabola, campione olimpico e mondiale, ha fatto visita alla societa’ lucchese accompagnato da Sorin Radoi. Intanto la Puliti continua a mietere successi.

-

12_11_12__scherma.jpg

Eccolo. Mihai Covaliu, 35 anni attuale CT tecnico della nazionale di sciaboal della Romania. Un recente passato davvero prestigiosissimo per Covaliu che vanta nel suo palmares la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sidney del 2000 ma anche il campionato mondiale a Lipsia nel 2005, anno magico in cui ha vinto anche la Coppa del Mondo ed il campionato europeo. Insomma un campionsisimo che ha fatto visita alla Schermistisca “Oreste Puliti” di Lucca. A fargli da anfitrione il suo connazionale, anche se oramai lucchese adozione Sorin Radoi. Covaliu si e’ trattenuto a Lucca, ospite proprio di Radoi, per diversi giorni e ha avuto modo di apprezzare l’applicazione e il livello raggiunti dalla scherma lucchese. La visita di Covaliu ha dato ulteriore morale alla societa’ di Lioniero Del Maschio che si accinge a nuove intriganti sfide. La palestra e’ frequentata anche da schermidori molto giovani tra i quali si spera di scovare qualche nuovo talento. Intanto Jacopo Rinaldi e’ gia’ assurto ai massimi livelli continentali con il titolo europero e Stefano Sbragia e’ ormai alle soglie per un ingresso nella nazionale maggiore. In definitiva l’alacre ed eccellente lavoro di Sorin Radoi ha cominciato a dare i suoi cospicui frutti. E a propostio di cospicui frutti, Chiara Sorbi (Puliti Lucca) ha vinto ad Ancona la prova zonale di qualificazione per gli assoluti. L’allieva del maestro Radoi e’ tornata al successo dopo un periodo di magra dimostrando che classe e determinazione sono tuttora invariati. Da aggiungere che Chiara Sorbi, Micol Azzi e Marta Radini si sono qualificate per la prova di selezione nazionale. La scoieta’ Schermistica Puliti Lucca ospite lunedi’ sera (ore 21) in replica martedi’ allae 15, della 134esima puntata di “Primo Piano”. Intervista esclusiva all’ex-campione olimpico Mihai Covaliu.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento