La Lucchese si difende

CALCIO D - Nell’incontro tra società e tifosi che si è svolto lunedì sera, i dirigenti rossoneri hanno risposto alle domande dei sostenitori che chiedevano spiegazioni sui problemi di classifica e sui ritardi nei pagamenti.

-

Problemi con il comune di Lucca a causa dello stadio, ritardi nei pagamenti dei rimborsi e classifica deficitaria: si è parlato un po’ di tutto ieri sera allo stadio Porta Elisa in un incontro fra i dirigenti della Lucchese e tifosi.
Il presidente Giannecchini ha puntato il dito sulla difficolta’ nel progettare e attrarre nuovi soci a causa di un contratto per l’utilizzo del Porta Elisa che scade a Giugno e di una amministrazione comunale che pare non avere tra le sue priorita’ i tifosi rossoneri.
Quanto ai mancati pagamenti la societa’ ha parlato di ritardi nei versamenti di alcuni sponsor che li fanno slittare ma anche del fatto che la Lucchese non è una societa’ professionistica quindi non ci sono dipendenti: “Chi sta qui lo deve fare per amore dei colori rossoneri e se ci sono problemi ce li venga a dire”. Infine Bruno Russo – che ha risposto per la parte tecnica – ha difeso il lavoro di Innocenti e della squadra dicendo che a partire dallo scontro diretto di domenica con la capolista Pro Piacenza, c’è tempo per recuperare.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento