Le sette sorelle della D

CALCIO D - Tante sono le squadre che, ovviamente Lucchese compresa, si giocheranno la promozione in Lega Pro. Domenica all’Acquedotto sgambata dei rossoneri di Duccio Innocenti contro la Juniores di Alberto Francesconi.

-

29_12_12__lucchese.jpg

Mentre la squadra prosegue nel lavoro che dovra’ portarla al top per la gara del 6 gennaio contro il Formigine (alla ripresa erano assenti Lima, Barretta, Del Giudice e Da Silva che rientreranno subito dopo Capodanno), ci s’interroga sulle prospettive di un girone di ritorno che si profIla perlomeno avvincente. Vero che il Pro Piacenza gode di un discreto vantaggio ma con 17 partite ancora da giocare francamente puo’ ancora succedere di tutto. Dando uno sguardo piu’ attento alla classifica si puo’ notare che a due punti dalla capolista incalza il Tuttocuoio e subito dietro ben cinque squadre racchiuse in due punti: dai 32 della Pistoiese ai 30 del terzetto formato da Spal, Massese e Mezzolara. In mezzo, a quota 31, proprio la Lucchese. Riepilogando, sette sorelle per cercare un posto al sole che significherebbe tornare tra i professionisti. Casomai cio’ che conforta relativamente alle speranze della Lucchese e’ il fatto che nel girone di andata la squadra di Duccio Innocenti ha sempre ben figurato contro le dirette rivali con le uniche eccezioni di Massa e Pistoia dove pero’ la squadra fui beffata allo scadere. Per il resto ricordiamo invece le belle viittorie su Pro Piacenza, Spal e Tuttocuoio e il pareggio a reti bianche con il Mezzolara, parso ultimamente in fase calante. Se dobbiamo esprimere un parere personale: di tutte le grandi viste all’opera quella che ci ha impressionato di piu’ rimane il Tuttocuoio di mister Alvini. Tornando alla stretta attualita’, saltata l’amichevole con il Ghivizzano-B.Mozzano, il segretario Bruno Dianda si e’ mosso ma inutilmente per trovare un altro avversario. Cosi’ la società ha deciso di disputare un’amichevole in famiglia contro gli Juniores domenica pomeriggio all’Acquedotto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento