Sindacati contro i tagli alla sanità

VERSILIA - Cgil, Cisl e Uil sono sul piede di guerra e fino a venerdì presidieranno l’ingresso dell’ospedale Versilia, a Lido di Camaiore, contro la spending review ed i ventilati tagli della Regione alla sanità.

-

Il clima, pesante, della riduzione dei servizi si materializzerà in tutte le Asl già sotto Natale, visto che in Toscana le sale operatorie dal 22 dicembre al 7 gennaio funzioneranno solo per le emergenze e non per gli interventi programmati. Poi, c’è la progressiva riduzione delle convenzioni con le cooperative, che al Versilia sta già portando conseguenze negative, ad esempio, sulla mensa, con un menù che è stato ridotto. Ma è nel 2013 che la scure dei tagli si abbatterà sulla sanità toscana, a causa della riduzione di 600 milioni sulle risorse destinate alla sanità. I sindacati vogliono sapere su quali linee vuole operare la Regione e respingono fin da subito scelte dettate esclusivamente da esigenze di bilancio. Dai sindacati sono partite anche critiche pesanti per i sindaci della Versilia che, secondo le organizzazioni dei lavoratori – non hanno mai dimostrato una coesione forte e decisa al fine di rivendicare l’importanza della sanità versiliese nel suo insieme». Al presidio hanno aderito anche le rappresentanze sindacali aziendali di Sea ambiente e Sea risorse.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento