Elezioni comunali, centrosinistra alle primarie

VIAREGGIO - Tra dieci giorni gli elettori del centrosinistra a Viareggio saranno chiamati alle urne per la designazione del candidato a sindaco del centrosinistra, in vista delle elezioni amministrative di questa primavera.

-

Tra dieci giorni gli elettori del centrosinistra a Viareggio saranno chiamati alle urne per la quarta volta nel giro di un mese e mezzo. Dopo i due turni per la scelta del candidato premier nazionale, e le parlamentarie, domenica 20 gennaio è in programma il primo turno per la designazione del candidato a sindaco del centrosinistra, in vista delle elezioni amministrative di questa primavera. Otto i contendenti che si presenteranno al giudizio degli elettori.
Ben sei di loro provengono dalle fila del Partito Democratico.
Antonio Batistini, ex capogruppo in consiglio comunale del Pd.
Leonardo Betti, ex consigliere comunale, presidente della società partecipata Fiori Versilia.
Paola Gifuni, responsabile ambiente del Partito Democratico in Versilia.
Massimo Lucchesi, ultimo presidente dell’Apt Versilia, prima della chiusura dell’Azienda di promozione turistica.
Franco Micheli, già candidato a sindaco nel 2008 con la lista civica Per una nuova Viareggio.
E l’avvocato David Zappelli, che si propone come rappresentante dei sostenitori di Matteo Renzi in Versilia.
Contro il piccolo esercito del Pd, Sinistra Ecologia e Libertà candida invece Andrea Antonioli, sindacalista storico della Cgil versiliese.
Infine, completa la lista dei candidati l’ingenger, Umberto Belardini, del Partito socialista.
Se nessuno degli otto contendenti in lizza il 20 gennaio raggiungerà la maggioranza assoluta, i primi due più votati andranno al ballottaggio la domenica seguente, 27 gennaio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento