La Lucchese rilancia la sfida

CALCIO D - Partitella in famiglia per i rossoneri contro la Juniores. Tutti a disposizione eccetto il neoacquisto Pettrone e Chiarabini. Contro il Formigine si va verso la confema dell’undici che ha battuto il Pro Piacenza.

-

2_1_13__lucchese1.jpg

Clima sereno, in tutti i sensi, intorno alla Lucchese. Sara’ stata la “pesante” vittoria prenatalizia sulla capolista Pro Piacenza, oppure piu’ semplicemente giornate che sembra quasi una primavera anticipata, ma nell’ambiente rossonero si respira il clima…giusto. Sereno appunto. La squadra si sta preparando in vista del ritorno di un campionato ch alla luce di quando suddetto riassume nuovi connotati che in parole spiccioli si chiamano speranze di rimonta. Gia’ perche’ la squadra ammirata contro il Piacenza e’ parsa in grado di giocarsela contro chiunque anche se il rovescio della medaglia e’ che bisognera’ dare continuita’ a quella prestazione. Spesso grande contro le grandi, nel girone di andata la Lucchese e’ scivolata troppe volte contro avversari di bassa levatura che altrimenti la classifica avrebbe oggi ben altra fisionomia. Ecco, fare tesoro degli errori commessi nella prima parte del torneo per ripartire piu’ che mai carichi e convinti. E col giusto entusiasmo. Unici indisponibili di giornata il neoacquisto Marco Pettrone che vedreno in campo solo la prossima settimana e Marco Chiarabini alle prese con un piccola problema al tendine ma che dovrebbe recuperare tanto che contro il Formigine scendera’ in campo la stessa formazione che ha battuto il Pro Piacenza. Infine da segnalare che Fabio Aliboni ha vinto il suo personalissimo titolo di campione d’inverno. Il capitano della Lucchese e’ infatti in testa al “Gazzettino d’argento”, la speciale classifica che Gazzetta Lucchese compila sulla base dei voti riportati dai giocatori rossoneri su tutti i quotidiani che si occupano della squadra rossonera. Aliboni, che finora ha segnato anche tre reti pesanti ccntro Formigine, Tuttocuoio e Camaiore, guida con la media di 6,45 e precede Brega, Canalini e Chianese.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento