Nuova votazione sull’ospedale

VALLE DEL SERCHIO - L’Unione dei Comuni della Mediavalle chiede alla Conferenza dei sindaci di riaprire il dibattito e di andare ad una nuova votazione sulla localizzazione del nuovo ospedale.

-

Questo, alla luce di quanto affermato dall’assessore regionale alla sanità, Luigi Marroni e dalla commissione tecnico sanitaria, secondo la quale, il sito di Piano Pieve, in base al bacino di utenza, comporterebbe la realizzazione di un ospedale con minori servizi e meno posti letto rispetto alle previsioni iniziali.
Secondo il presidente dell’Unione dei Comuni, Nicola Boggi, la votazione imposta lunedì scorso dai comuni della Garfagnana è stata frettolosa perchè ha impedito che i sindaci potessero ascoltare prima le considerazioni dell’assessore Marroni. Adesso, questa scelta rischia di penalizzare tutti i cittadini della Valle, compresi quelli della Garfagnana, perchè prefigura la realizzazione di un ospedale con meno servizi di quelli attuali, ad iniziare dal punto nascita. Anche il sindaco di Borgo a Mozzano, Francesco Poggi, si augura che il nuovo ospedale della Valle sia dotato di tutti i servizi sanitari possibili. “Il nuovo ospedale di San Filippo, a Lucca – ha detto Poggi – per i cittadini del mio comune sarà molto meno abbordabile del Campo di Marte e ci dovremo quindi rivolgere alla nuova struttura della Valle”. “E se la Regione dice che su Piano Pieve l’ospedale avrà meno servizi, allora noi chiediamo una localizzazione diversa ed un’ospedale completo”. Poggi, e gli altri sindaci, si augurano che su queste basi tutti i Comuni si uniscano per superare i campanilismi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento