Terremoto, altre scosse e altre chiusure

GARFAGNANA - Continuano i movimenti tellurici. Chiusa per almeno una settimana la scuola media di Piazzal al Serchio. Chiuse per ulteriori accertamenti la chiesa Santa Lucia a Castelnuovo e la scuola elementare di Ghivizzano.

-

bbm78k9caaa13_h.jpg

Quattro scosse in 12 ore. Dopo la grande paura di venerdì la Garfagnana prova a tornare alla normalità, ma non è facile quando la terra continua a tremare. Tre scosse sabato sera, una domenica pomeriggio alle 14:43, tutte di magnitudo 2.2 e 2.8 della scala Richter. Il giorno di festa ha avuto un sapore particolare, anche per i credenti. La chiusura preventiva delle chiese in tutta la Valle del Serchio ha portato molti parroci a celebrare le Messe all’aperto. Chi non c’è riuscito ha dirottato i fedeli al palazzetto dello sport di Castelnuovo, per il secondo giorno consecutivo trasformata in una grande chiesa. Tra la gente c’è chi ha sempre paura e chi, invece, ha messo tutto alle spalle.
interviste
Per tutta la domenica sono continuate le verifiche di vigili del fuoco e genio civile sugli stabili di tutta la Valle e sono arrivate tre decisioni. Proprio a Castelnuovo è stata disposta la chiusura della chiesa di Santa Lucia per altri accertamenti.
In tema di edifici scolastici, la più importante riguarda la scuola media di Piazza al Serchio, che ha evidenziato alcuni problemi. Il Comune ne ha deciso la chiusura per almeno una settimana, ma l’ordinanza potrebbe protrarsi anche oltre.
Il Genio Civile di Lucca ha effettuato un sopralluogo alla scuola elementare di Ghivizzano, nel comune di Coreglia, ed è stato deciso di procedere ad una valutazione più approfondita degli effetti del sisma sull’edificio. Per permettere le verifiche, il Comune ha dunque disposto la chiusura del plesso scolastico per lunedì e martedì.
Tutte le altre scuole della provincia di Lucca saranno regolarmente aperte.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento