Frode fiscale, azienda nei guai

LUCCA - Frode fiscale nel settore dei telefonini. La Guardia di Finanza ha disposto il sequestro preventivo di beni per un valore di 470mila euro nei confronti di un’azienda lucchese operante nel commercio di telefoni cellulari.

-

4_11_10_finanza_auto.jpg

Frode fiscale nel settore dei telefonini. La Guardia di Finanza ha disposto il sequestro preventivo di beni per un valore di 470mila euro nei confronti di un’azienda lucchese operante nel commercio di telefoni cellulari, nell’ambito di un’inchiesta per evasione fiscale che ha coinvolto circa 300 aziende in Italia. Per frodare il fisco, le aziende simulavano l’esportazione di ingenti quantitativi di telefoni cellulari nello Stato di San Marino, per poi farli rientrare in Italia tramite società interposte. L’inchiesta è partita proprio dai controlli effettuati dalle Fiamme Gialle di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento