Lucchese suila via di Ferrara

CALCIO D - I rossoneri intensificano la preparazione in vista del bigmatch con la Spal. Sospiro di sollievo per Giacomo Canalini. Difficile invece il recupero di Carli e Chianese. Giovedi’ test al Porta Elisa contro il Cenaia.

-

19_2_13__canalini.jpg

Lucchese vivace, avversario dei bei tempi che furono qualche anno fa e…un grosso spavento che tale per fortuna e’ rimasto. E’ un po’ questa la sintesi in pillole della bella amichevole che i rossoneri hanno giocato contro il Castelnuovo. La vivacita’ del compelsso di Innocenti che si e’ mosso con buona disinvoltura nonostante dovesse rinunciare ancora agli acciaccati Carli e Chianese il cui recupero per il bigmatch con la Spal (Sassarini defilato in tribuna a spiare) pare sempre piu’ problematico. Una buona prova di fronte ad un avversario, il Castelnuovo di Pacifico Fanani e dell’ex-Biggi peraltro assente al pari di Tolaini, che ha costituito piu’ che un buon sparring partner. E’ stato Aliboni ad avviare la serie della marcature con il classico gol dell’ex. Il raddoppio e’ stato messo a segno da Brega che si spera sia di buon auspicio per il bomber parso ultimamente un po’ in affanno. Il punteggio e’ stato definito poi dalla terza rete di Chiarabini nella ripresa quando e’ entrato anche Felipe, brasiliano in prova. Momenti di paura e di apprensione invece per la botta patita da Giacomo Canalini. Il “magico” (nella foto) ha sentito una fitta al gluteo e ha dovuto abbandonare il campo dopo una manciata di minuti rilevato da Brega. La radiografia cui si e’ sottoposto Canalini ha escluso fratture ma solo una forte contusione. Il forte attaccante, che si sotoporra’ a mesoterapia, dovrebbe rientrare in gruppo gia’ giovedi’ pomeriggio quando la Lucchese ancora allo stadio Porta Elisa se la vedra’ con il Cenaia, compagine pisana che al pari del Castelnuovo guida il campionato di Promozione, il girone C. Li’ forse avremo maggiori indicazioni sullo schieramento che Innocenti mandera’ in campo al Paolo Mazza in una gara decisiva, o quasi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento