Sequestrata discarica di rifiuti pericolosi

COREGLIA - La Guardia di Finanza di Castelnuovo ha sequestrato a Ghivizzano un terreno di 1.600 metri quadrati pieno di “rifiuti speciali pericolosi”.

-

08_02_discarica1.jpg

Stoccava rifiuti speciali pericolosi senza autorizzazioni. E’ questa l’accusa che la Guardia di Finanza di Castelnuovo contesta a un imprenditore edile di 38 anni di Coreglia a cui le fiamme gialle hanno sequestrato un terreno di 1600 metri quadrati.
La Finanza ha individuato l’area grazie ad una segnalazione della Sezione Aerea di Pisa. Nella discarica a cielo aperto sono stati rinvenuti rifiuti di ogni genere, da autocarri ad autovetture, da betoniere a materiale ferroso, nonché celle frigo di medie e grandi dimensioni. Tutto il materiale, rientrante nella categoria dei “rifiuti speciali pericolosi” deve per legge essere stoccato rispettando rigorose condizioni per impedire la contaminazione del terreno e delle falde acquifere.
Il titolare della ditta è stato denunciato e ora rischia l’arresto da 3 mesi a un anno e un’ammenda sino a 26.000 euro. L’impresa, nei termini che saranno stabiliti dal Comune di Coreglia, dovrà provvedere al ripristino dei luoghi e allo smaltimento del materiale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento