Tris di Jarvis all’Hell’s Gate

MOTORI - Il formidabile pilota britannico Graham Jarvis vince al Ciocco per la terza volta la terribile corsa di enduro estremo eguagliando il mitico David Knight. Ben cinque piloti riescono ad arrivare sul Picco del Diavolo.

-

17_2_13__hells_gate.jpg

Non c’è stata storia nemmeno quest’anno! Dopo aver trionfato nella scorsa edizione, l’abilissimo pilota britannico Graham Jarvis ha vinto il titolo dell’Hell’s Gate 2013 calando cosi’ un tris clamoros ma non in sede di pronostico visto che era comunque uno dei grandi favoriti. Jarvis raggiunge a quota tre il mitico David Knight dominatore e mattatore delle prime edizioni. Alle “porte dell’inferno” dell’enduro estremo, c’era il “Re degli Inferi” del tassello ad attendere il campione britannico e la sua Husaberg: Fabio Fasola. Ideatore e colonna portante della manifestazione che da dieci anni porta tra gli splendidi scorci del Ciocco talenti dell’enduro e appassionati provenienti da tutte le parti del mondo. Fasola ha lanciato ancora una volta la sfida ai piloti più forti della disciplina, per vedere se fossero stati in grado di sfidare le rocce più appuntite e le salite più ripide e viscide per arrivare in cima e vincere il titolo di una delle edizioni piu’ dure ove si consideri la neve e il giaccio ceh hanno ostacolato la marcia dei concorrenti. Jarvis è stato il primo a rispondere alla “chiamata del Demone”, e il primo a presentarsi al suo cospetto aggiungendo alla sua grande bacheca anche questo strepitoso successo. Jarvis ha vinto, ma gli avversari che si sono piazzati alle sue spalle non sono stati da meno! Anzi. Anche i “battuti” hanno dimostrato, coraggio, tecnica ed altissima resistenza, anche Walker, Webb, Gomez ed Hemingway hanno raggiunto la vetta dell’Hell’s Peak tra gli applausi scroscianti del pubblico. Anche quest’anno l’inferno ha trovato il suo Re.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento