8 marzo contro la violenza di genere

LUCCA - Nella giornata della festa della donna le istituzioni della provincia di Lucca hanno visitato le strutture dell’ospedale Campo di Marte che si occupano di assistere le donne e i minori oggetto di violenze.

-

Il Prefetto Giovanna Cagliostro e i vertici delle istituzioni politiche e militari lucchesi sono stati accompagnati dai responsabili della Asl2 nei locali del “Codice Rosa”, il percorso elaborato per affrontare con riservatezza e molta molta delicatezza questi casi che troppo spesso le donne non hanno la forza di denunciare. Il Codice Rosa viene infatti riservato ai casi di dichiarata o sospetta violenza domestica o sessuale e dunque affrontato con un percorso specifico. I numeri sono altissimi, a conferma che questa piaga è vicina ad ognuno di noi. Nel corso del 2012 al Pronto Soccorso dell’ospedale di Lucca sono stati registrati complessivamente 250 casi di questo tipo, di cui 210 legati a maltrattamenti, 6 abusi, 6 stalking e 28 casi pediatrici (19 per maltrattamenti e 9 per abusi).
Dopo la visita alla “stanza rosa” autorità e medici hanno visitato le stanze protette della Salute Mentale Infanzia e Adolescenza, dove vengono ascoltati, con la cautela e l’attenzione necessari, i bambini che hanno subito violenza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento