Anche una padellata ai rapinatori della Pam

ALTOPASCIO - E’ andato male il colpo al supermercato Pam del Turchetto tentato da due rapinatori martedì pomeriggio; entrambi sono stati arrestati.

-

cara.jpg

E’ andato male il colpo al supermercato Pam del Turchetto tentato da due rapinatori martedì pomeriggio. Il dettaglio di quanto accaduto è stato ricostruito dal capitano Lorenzo Angioni, comandante della compagnia di Lucca. I due rapinatori sono entrati mentre il supermercato era affollato di clienti. Cercando di non farsi notare si sono avvicinati ad una cassiera e le hanno puntato un taglierino alla gola facendosi consegnare il contante, quasi 500 euro. Una addetta alla sicurezza ha però notato la scena, si è avvicinata ed ha estratto la pistola d’ordinanza puntandola contro i rapinatori. Nel supermercato è scoppiato il panico. Uno dei rapinatori è caduto per terra, l’altro è riuscito ad afferrare il braccio della vigilantes ed è iniziata una colluttazione. A quel punto è intervenuto il direttore del supermercato. L’uomo ha impugnato una padella ed ha sferrato un potente colpo a uno dei malviventi che, a quel punto, hanno provato a fuggire. Il direttore e la vigilantes però, prima di intervenire, avevano chiamato il 112. Quindi, all’uscita dal supermercato i rapinatori si sono trovati davanti i carabinieri di Capannori, che li hanno subito affrontati, disarmati e catturati. Finita la tensione, i clienti del supermercato hanno applaudito l’intervento dei militari. I carabinieri hanno recuperato il contante ed identificato i due, che sono Giuseppe Margiore, 23 anni e Pietro Poerio, 30 anni, entrambi pregiudicati, napoletani, che lavorano come manovali. Denunciato un terzo napoletano, P.S., 37 anni, che si trovava nella zona. I carabinieri sospettano che si tratti di un complice, pronto a recuperare con un’auto gli altri due all’uscita del supermercato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento