ArcAnthea colpita da epidemia influenzale

BASKET DNA - La vigilia dell’incontro con Recanati, in programma domenica prossima (ore 14) al Palatagliate, turbata da una piccola epidemia che di fatto ha colpito tutto il roster. Bottioni deve a rinunciare all’under 20.

-

21_3_13__arcanthea.jpg

L’Arcanthea continua a fare i conti con la sfortuna. A due giorni dalla partita interna contro Recanati, la squadra infatti continua ad allenarsi a ranghi estremamente ridotti a causa di un virus di influenza intestinale che uno dopo l’altro sta fermando i giocatori. Una piccola epidemia che ha colpito la squadra e che la scorsa settimana aveva colpito prima di tutto Casagrande, che a Casalpusterlengo era presente solo per onore di firma, e poi era passata a Santarossa che nell’ultimo fine settimana è stato lasciato a riposo precauzionale. Poi ancora Parente, costretto addirittura ad abbandonare l’amichevole di Livorno dopo 5 minuti dalla palla a due per correre negli spogliatoi. Tanto che alla fine lo staff tecnico aveva visto di buon occhio la pausa dettata dalla Coppa Italia pensando di avere il tempo utile per riuscire a recuperare tutti gli effettivi. E invece la situazione è addirittura peggiorata con il passare dei giorni tanto che Riccardo Bottioni ha dovuto rinunciare alla convocazione con la Nazionale Under 20 a Norcia, bloccato a letto, e ora continuano a essere fermi ai box Zanotti, Sorrentino, Negri e Crotta. Il coach Roberto Russo non si fascia la testa anche se la situazione e’ tutt’altro che rosea. La societa’ sarebbe tentata di dare un’occhiata ai regolamenti per capire se ci fosse uno spiraglio per chiedere un rinvio della partita in programma domenica (ore 14) al Palatagliate.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento