Ecco la nuovissima Michela Fanini

CICLISMO - E’ stata ufficialmente presentata la squadra di patron Brunello Fanini. Guidata dal DS Giuseppe Lanzoni vuol essere protagonista in Italia e nel mondo. Il 18esimo Giro di Toscana fiore all’occhiello anche nel 2013.

-

3_3_13__michela_fanini.jpg

Ecco la nuova, anzi nuovissima “Michela Fanini Record Rox”, team rinnovato quasi completamente con solo due atlete confermate. Le ragazze del DS Giuseppe Lanzoni (13 in totale con 7 italiane e 6 straniere) pedalano lungo le strade della Piana di Lucca. La novita’ assoluta e’ costituita da una ciclista thailandese; purtroppo, però, l’atleta asiatica è stata operata proprio in questi giorni per la rottura di una spalle conseguente ad una brutta caduta: rientrerà solo a metà primavera. Un fine settimana denso di impegni per la squadra di patron Brunello Fanini culminato con il caloroso abbraccio dei numerosi sostenitori. Vecchie e nuove atlete hanno visitato la tomba di Michela Fanini, l’indimenticabile campionessa lucchese che dal ’94, anno del tragico incidente stradale, da’ il nome alla squadra. Poi tutta la comitiva e’ stata ricevuta dagli amministratori comunali di Capannori e ha fatto tappa allo stabilimento Rox di Porcari, azienda da sempre vicina alla squadra lucchese. All’orizzonte si profila una nuova stagione. Come sempre il vulcanico patron Brunello riesce a dare la giusta carica a tutto l’ambiente. Ora la squadra si prepara all’esordio previsto giovedi’ prossimo 7 marzo in Olanda dove la “Michela Fanini” rimarrà per alcune gare; due giorni dopo infatti, sempre nei Paesi Bassi, è in programma la prima prova europea di Coppa del Mondo: la Ronde Van Drenthe. Ma la squadra di patron Brunello partecipera’ a tutte le più importanti “classiche” e “giri a tappe” del Vecchio Continente. Mentre a livello organizzativo il 2013 sara’ caratterizzato dal Giro di Toscana, autentico fiore all’occhiello ormai da 18 anni, che quest’anno precedera’ di pochi giorni gli attesissimi mondiali di ciclismo in Toscana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento