Ex Bulldog denunciato per spaccio

LUCCA - La squadra mobile ha fermato un giovane appartenente all’ex gruppo ultras dei Bulldog per spaccio di droga. Nella stessa serata un uomo è stato aggredito in un pub. Sull’episodio indaga la squadra mobile.

-

bulldog.jpg

Ancora il gruppo dei Bulldog al centro della cronaca cittadina. Un 22enne di Lucca è stato denunciato dagli uomini della squadra mobile della Questura per i reati di ricettazione di carte di credito, detenzione e spaccio di stupefacenti e detenzione abusiva di strumenti da punta e da taglio. Il fermo è avvenuto la sera dell’8 marzo nei pressi di Porta San Pietro nell’ambito dei servizi predisposti contro lo spaccio di droga in centro storico. Addosso gli sono stati trovati 1 grammo di eroina e tre carte di credito, una risultata rubata e le altre due smarrite. La successiva perquisizione nell’abitazione del giovane ha portato alla luce, insieme a due grammi e mezzo di marjuana, un vero e proprio arsenale di coltelli, tirapugni e manganelli, oltre a materiale inneggiante al fascismo e una felpa con i simboli dell’ex gruppo ultras Bulldog. Nel descrivere l’operazione, il questore vicario Francesco Diruberto ha affermato che la detenzione di questo materiale, pur non rappresentando un reato in se, fa parte di un puzzle che le forze dell’ordine stanno mettendo insieme per ricostruire il quadro di un disagio giovanile che fa della violenza un modus vivendi. E proprio in questo quadro si inserisce l’aggressione avvenuta venerdì sera in un pub dell’immediata periferia ,ai danni di un 34enne originario di Reggio Emilia che adesso si trova ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Campo di Marte e che è sicuro di aver riconosciuto nel suo aggressore, un esponente degli ex Bulldog che lo avrebbe colpito al grido di “viva il Duce”. Sull’episodio indaga la squadra mobile di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento