Giannecchini frena sul futuro

CALCIO D - Il presidente della Lucchese preferisce parlare del presente e di un campionato ancora aperto. Intanto la squadra si concentra sulla gara interna con la Bagnolese. Out Gatto, Chianese e Redomi.

-

14_3_13__giannecchini.jpg

Vincere il campionato e…passare la mano ? Il presidente della Lucchese Nicola Giannecchini non ci pensa proprio. Il numero uno rossonero ha assistito giovedi’ pomeriggio all’Acquedotto all’allenamento della squadra. Da noi intercettato ammette che la trattativa con Mauro Paganelli, attuale patron del Borgo a Buggiano, e’ solo una delle eventuali ipotesi sul tavolo. Pensieri e parole di fine inverno quando l’aria e’ ancora cruda e nulla di concreto c’e’ sul tavolo. Intanto la squadra prosegue incurante di tali voci il suo lavoro in vista della volata finale di un campionato ancora aperto. Anzi apertissimo. Saranno otto partite da vincere per cercare di scavalcare Pro Piacenza e Tuttocuoio e di lasciare la scomoda compagnia di Spal e Massese a confronto diretto domenica prossima al “Paolo Mazza” di Ferrara. Insomma la parola d’ordine e’ sempre e solo una: vincere, vincere e ancora vincere…Da chiarire la questione-formazione che tuttavia si sta delineando. Fuori causa Chianese (infortunato), Gatto e Redomi (squalificati). Espeche e Angeli si sono allenati a parte ma entrambi dovrebbero recuperare. Rientra invece Alen Carli che tornera’ a giganteggiare al centro della difesa. Infine Giacono Canalini. L’attaccante di Carrara stavolta partira’ titolare al fianco di Brega: 20 reti in due e il giusto potenziale per trascinare questa Lucchese molto in alto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento