Il concerto di Bocelli apre il convegno Unesco

LUCCA - Il concerto del tenore Andrea Bocelli ha aperto i lavori del Consiglio Mondiale delle Federazioni e dei Club Unesco che si tiene a Lucca fino al 13 marzo.

-

bocelli.avi.still001.jpg

I 250 delegati provenienti da ogni parte del mondo che si trovano a Lucca per l’Excecutive Board e il Consiglio Mondiale delle Federazioni e dei Club Unesco, hanno iniziato stamani i lavori della 33esima riunione. Dopo un primi incontro che si e’ tenuto ieri nella Sala Maria Luisa a Palazzo Ducale per l’approvazione delle riforme statutarie, in mattinata la cerimonia di apertura si è tenuta al Teatro del Giglio dove i delegati dei 28 Paesi presenti hanno dato il loro saluto ufficiale insieme al presidente della Provincia di Lucca, Stefano Baccelli, e al sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini. Poi il clou della mattinata con il concerto di Andrea Bocelli: oltre a un brano di Chopin al pianoforte, il maestro – tra gli applausi estasiati dei delegati Unesco – ha eseguito diverse arie tra cui Sogno d’Or, Sole e Amore e Avanti Urania! di Giacomo Puccini e l’Ave Maria di Schubert. Al termine del concerto Bocelli ha ricevuto anche una targa da parte del presidente della commissione italiana Unesco Giovanni Puglisi per l’aver tradotto in musica il messaggio universale dell’Unesco. Nel pomeriggio, nella sala Ademollo di Palazzo Ducale, si e’ aperto il convegno internazionale ”Il linguaggio universale dell’arte per un’etica globale” aperto dalla lectio magistralis di Giovanni Puglisi e alla quale ha assistito anche Carla Fracci quale ambasciatrice Unesco. Nel corso del pomeriggio è stato premiato il maestro Herbert Hant.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento