Le aziende sane adottino un lavoratore

LUCCA - E’ questa la provocazione lanciata dall’Arcivescovo Italo Castellani nel corso della Messa della vigilia di Pasqua. "Se tutte le aziende sane adottassero un solo lavoratore, forse risolveremmo molti problemi".

-

Una Pasqua di serenità e di fiducia nel futuro, soprattutto per chi è senza lavoro. E’ questo l’augurio che l’Arcivescovo Italo Castellani ha lanciato ai lucchesi nella Messa della vigilia di Pasqua, trasmessa in diretta da NoiTv.
Riprendendo anche i messaggi lanciati in queste settimane da Papa Francesco, nella sua omelia Monsignor Castellani ha chiesto ai credenti di condividere quel molto o poco che possiedono in beni e denaro con i vicini di casa che non arrivano a fine mese, con spirito di fraternità. Ma il passaggio più forte lo ha dedicato ad una proposta, ad una provocazione alle aziende a cui gli affari vanno bene: adottare un lavoratore rimasto senza posto.
NoiTv come da tradizione ha trasmesso in diretta la Messa della vigilia di Pasqua e ha proposto su NoiTv1, sul canale 188, una novità importante: la Santa Messa tradotta nella lingua dei segni per permettere la partecipazione anche alla comunità cattolica dei sordi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento