Perizie geologiche per il cimitero

BAGNI DI LUCCA - Sono iniziate le perizie per verificare le cause delle infiltrazioni d’acqua in alcune tombe del cimitero di Fornoli. Nel frattempo il comune si è reso disponibile per lo spostamento dei loculi interessati.

-

cimitero.jpg

Qualcosa inizia a muoversi nella vicenda del cimitero di Fornoli nel comune di Bagni di Lucca. Dopo che alcuni parenti di defunti avevano trovato le bare dei loro cari immerse in mezzo metro d’acqua, il medico legale aveva richiesto urgentemente al comune di provvedere ad effettuare i controlli necessari. Nei giorni scorsi il comune ha dato incarico a un geologo di stilare una perizia per capire se i lavori di ampliamento del cimitero avessero in qualche modo interessato una falda sotterranea. Nel frattempo l’amministrazione comunale ha deliberato, il 21 febbraio scorso, che in attesa dei risultati delle verifiche strutturali è disponibile a concedere gratuitamente l’uso dei loculi del medesimo cimitero per la traslazione delle salme interessate dalle infiltrazioni, dietro richiesta dei parenti dei defunti, accollandosi le spese dell’operazione. Nei giorni scorsi però una delle sonde per la verifica della falda è stata tolta da ignoti e solo nella giornata di lunedi il geologo l’ha riposizionata. Dalla perizia parziale risulterebbe però che non ci sarebbero falde interessate, quindi resta da capire se il problema delle infiltrazione possa dipendere dall’errata realizzazione dei loculi adiacenti al muro di cinta del vecchio cimitero. Una vicenda in divenire e molto delicata quindi, dalla quale però si evidenzia una carenza di dialogo tra l’amministrazione comunale e le famiglie interessate dal problema.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento