ArcAnthea saluta i playoff

BASKET DNA - La sconfitta di Agrigento (71-66) esclude i biancorossi dalla lotta per i playoff. Pagato a caro prezzo l’infortunio di Parente. A due giornate dalla fine la squadra di Russo cerchera’ di chiudere bene il torneo.

-

29_4_13__arcanthea.jpg

Cuore ed orgoglio talvolta non bastano: Agrigento vince 71-66 e vola verso i playoff. L’Arcanthea deve invece arrendersi di fronte alla solita robusta dose sfortuna che all’intervallo ha messo fuori dai giochi Parente, fino a quel punto il solito irresistibile mattatore con 22 punti, a causa di una distorsione alla caviglia. Eppure la squadra di coach Roberto Russo, nonostante la zavorra dei falli di Banti e le rotazioni limitate all’osso, ha risposto alla grande rientrando da -10 per poi andare addirittura avanti e cedere solo negli ultimi due minuti di fronte alla precisione nei tiri liberi di un ottimo Agrigento. Buono l’avvio dei lucchesi che allungano con una tripla di Barsanti. Poi Banti è costretto a sedersi in panchina carico gia’ di 3 falli in appena 6 minuti e mezzo e la Moncada Solar fa le prove tecniche di allungo. I siciliani sfruttano la panchina ricca ma devono fare i conti con uno strepitoso Parente che sciorina un repertorio da fuoriclasse della categoria e tutta una serie di giocate illuminanti, prima che a 39 secondi dall’intervallo lungo una distorsione alla caviglia lo tolga fuori dai giochi subito dopo aver realizzato il canestro del 37-33. La ripresa è tutta in salita per i biancorossi con Banti che si carica subito del quarto fallo e Agrigento che fa il break (48-38). Sembra il colpo del ko definitivo ed invece i lucchesi si ritrovano, rompono il ritmo ai padroni di casa alternando le difese e rosicchiano, rosicchiano ancora sfruttando la pericolosità di Santarossa e i progressi di Crotta che in avvio di ultimo quarto mette la schiacciata del 57-58 che segna il primo sorpasso. Su un tecnico fischiato a Ciani ci sarebbe anche la possibilità di cambiare forse il destino della serata ma Barsanti fa 0/2 dalla lunetta e il possesso non viene concretizzato. Cosi Agrigento riesce a respirare e diventa micidiale dalla lunetta conquistando due punti che la tengono in corsa per un posto nei play-off. ArcAnthea deve invece dire addio al sogno di entrare tra le prime quattro ma nelle ultime due partite dovra’ onorare al meglio una stagione comunque positiva e vincerne almeno una per evitare pericolosi ritorni. Poi, coi tempi che corrono e le varie riforme dei campionati, non si sa mai…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento