Incidenti ferroviari in aumento

FIRENZE - Gli incidenti ferroviari in Italia aumentano. A dirlo è il rapporto annuale dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie. “All’Agenzia siano riconosciuti poteri sanzionatori” chiede Daniela Rombi.

-

Gli incidenti ferroviari in Italia non calano, anzi, aumentano. A dirlo è il rapporto annuale dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie. Nel 2012 i morti sono stati 69, contro i 65 dell’anno precedente e secondo l’Agenzia, il motivo principale è la scarsa manutenzione dei treni e dei binari che causa il 39% degli incidenti come deragliamenti e collisioni. Su oltre 10.000 controlli, sono state rilevate non conformità nell’11% dei casi sull’infrastruttura e nel 20% sul materiale rotabile.
Per i familiari delle vittime della strage di Viareggio questa è una realtà ben conosciuta. Il Mondo che Vorrei e le altre associazioni si battono da quasi 4 anni non solo per la giustizia, ma anche e soprattutto per una maggiore sicurezza. “E’ necessario che l’Agenzia abbia dei poteri sanzionatori, altrimenti i controlli non serviranno mai a niente”.
Secondo l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie nel 2012 non ci sono stati incidenti gravi causati dal trasporto di merci pericolose perchè i controlli, negli ultimi tre anni, sono aumentati. “Siamo contenti che dopo la strage qualcosa sia cambiato, ma torno a ripetere che servono strumenti concreti per risolvere ciò che non va”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento