Più controllo sull’uso delle armi

LUCCA - A Lucca convegno organizzato dall’associazione Ognivolta Onlus, promossa dai parenti dei due dirigenti aziendali uccisi da uno squilibrato a Massarosa nel 2010.

-

La sicurezza nell’uso delle armi da fuoco. Questo il tema del convegno promosso a Palazzo Ducale dall’associazione Ognivolta Onlus, guidata da Gabriella Neri ed Elisa Pierotti, le mogli di Luca Ceragioli ed Jan Hilmer, i due dirigenti d’azienda uccisi a colpi di pistola nell’estate 2010 a Massarosa da un ex dipendente con problemi psichici.
All’incontro hanno preso parte le autorità ed i rappresentanti delle forze dell’ordine. Il tema dell’incontro, e l’obiettivo dell’associazione, era di estrema importanza, fare in modo che non si ripetano simili tragedie. La persona che fece fuoco contro Ceragioli ed Hilmer aveva subito alcuni trattamenti sanitari obbligatori, aveva tentato il suicidio ed era in cura presso i servizi sociali. Nonostante questo non gli era stato tolto il porto d’armi e possedeva regolarmente una pistola.
Primo obiettivo concreto dell’associazione è l’istituzione di una banca dati comune tra i servizi sanitari e le autorità che rilasciano il porto d’armi.
Per realizzare questo obiettivo l’associazione Ognivolta ha bisogno dell’appoggio di tutti i cittadini. Tragedie come quella di Massarosa si possono prevenire, se l’opinione pubblica e le istituzioni danno il loro sostegno concreto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento