Rimandata a casa, partorisce in doccia

LUCCA - La vicenda di una giovane madre che ha partorito il suo secondo figlio mentre faceva la doccia in casa. Poche ore prima era stata rimandata a casa dopo essersi presentata in preda ai dolori all'ospedale.

-

Il piccolo Nicolas sta bene ma la sua nascita non è stata come tutte le altre. La mamma, Katia Armeni 21 anni, di Lucca, l’ha dato alla luce nella doccia della casa della madre. Poco prima, raccontano lei e il marito, Mihai Ionica, 26 anni, e lo confermano i certificati, si era presentata all’ospedale Campo di Marte già in preda ai dolori ma era stata rimandata a casa, perchè per il parto, secondo i dottori, era ancora presto.
E’ accaduto venerdì scorso. Katia, accompagnata dal marito e dalla madre è arrivata al pronto soccorso, da dove è stata mandata in maternità. Erano circa le quattro.
“Prima mi ha visitato una ginecologa che ha detto che dovevo essere ricoverata – ha raccontato Katia – poi un dottore che invece ha detto che dovevo tornare a casa perchè il parto non era vicino. Sono andata a casa di mia madre ma mentre ero nella doccia ho partorito. Avevo anche chiuso la porta del bagno a chiave: fortuna che c’era mio fratello che ha sfondato la porta”.
E’ finita bene però adesso Katia e Mihai, che hanno già un figlio di due anni, si sono rivolti all’avvocato Gino Luigi Velani per capire se in questa vicenda possano esserci delle responsabilità dal punto di vista medico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento