Un corso di fotografia per i detenuti

LUCCA - Venti detenuti del carcere San Giorgio di Lucca a lezione di fotografia. Il corso di formazione è promosso dalla direzione del carcere e sostenuto da Provincia e Fondazione Cassa di Risparmio.

-

Venti detenuti del carcere San Giorgio di Lucca a lezione di fotografia. Il corso di formazione, promosso dalla direzione del carcere e sostenuto da Provincia e Fondazione Cassa di Risparmio è stato presentato a Palazzo Ducale dall’assessore provinciale alle politiche sociali Federica Maineri, dal direttore del carcere Francesco Ruello, e dal fotografo versiliese Nicola Gnesi, che dirigerà i corsi. Sono intervenuti anche Marcello Petroziello, responsabile della comunicazione della Fondazione Crl e Adriano Paoli, del comitato S. Francesco, che ha messo a disposizione le macchine fotografiche necessarie per il corso.
Le lezioni avranno la durata di tre mesi e dovranno necessariamente svolgersi all’interno della casa circondariale. I soggetti delle fotografie saranno le attività sociali che scandiscono la vita del recluso, come i progetti teatrali, di scrittura, e le ore d’aria giornaliere, che danno il titolo all’iniziativa.
Oltre all’evidente finalità di carattere sociale – aggiunge Maineri – l’intento è anche quello di insegnare i segreti e le tecniche di base per quella che potrebbe rivelarsi un hobby creativo o addirittura una professione una volta usciti dal carcere”.
Il direttore del carcere Francesco Ruello, ha sottolineato che il corso di fotografia per i detenuti è una delle poche iniziative del genere in Italia. I migliori scatti realizzati nel corso delle lezioni pratiche costituiranno una sorta di reportage per una mostra che sarà allestita in un luogo ancora da definire.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento