Al Civitali il ricordo di Alessandra Biagi

LUCCA - Una mattinata diversa dal solito all’Istituto Civitali di Lucca. Gli studenti hanno affrontato il tema della violenza contro le donne

-

Una mattinata diversa dal solito all’Istituto Civitali di Lucca.
Gli studenti della quinta B del Liceo Scienze Umane Machiavelli e della quinta A e B dell’Istituto Civitali hanno affrontato il tema della violenza contro le donne ricordando con musica, poesie e coreografie la loro compagna di scuola Alessandra Biagi, uccisa a 26 anni dal suo ex compagno nel maggio del 2010 a Verciano. Una mattina di riflessione ma anche di festa, alla quale hanno partecipato il sindaco Alessandro Tambellini e l’ispettore capo della Questura di Lucca Massimo Sodini. Sul palco si sono alternati giovani delle diverse scuole cittadine con musica dal vivo, lettura di brani e dimostrazioni di ballo.
Oltre ad Alessandra, è stata ricordata un’altra giovane studentessa del Civitali, la cui storia è poco nota. Si chiamava Anastasja Stanewch ed era di nazionalità ucraina. Prima di finire la scuola, la famiglia la fece tornare nell’Est Europa. Si sposò a soli 18 anni con un uomo più grande di lei. Anastasja voleva tornare a Lucca e finire gli studi, ma il marito, per non farla partire, la uccise.
Durante la mattinata è stato allestito anche un centro antiviolenza, chiamato “Ricordando Alessandra, che ha dato la possibilità di raccontare la propria storia a ragazze e ragazzi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento