Betti prenota la fascia di sindaco

VIAREGGIO - Venti punti di vantaggio sul candidato del centrodestra Antonio Cima: Leonardo Betti, ha vinto con un margine dalle proporzioni inaspettate il primo turno di voto per l’elezione del nuovo sindaco di Viareggio.

-

E affronta con tutti i favori del pronostico il turno di ballottaggio previsto per il 9 e 10 giugno. 42% delle preferenze per l’alfiere della riscossa del centrosinistra viareggino, solo il 19% per l’ex sindaco Dc schierato dal Pdl. In mezzo, un abisso, che sembra non lasciare dubbi sull’orientamento dell’elettorato viareggino.
Rimane fuori dal ballottaggio invece Max Bertoni, del Movimento 5 Stelle, che aveva sperato di essere l’outsider nella corsa al municipio. Ha preso solo il 13%, neanche la metà dei voti raccolti tre mesi fa dai 5 Stelle alle politiche a Viareggio. Tra i candidati delle liste civiche, tre hanno superato lo sbarramento del tre per cento, entrando così in consiglio comunale. Rossella Martina, arrivata sopra il 5%, anche questo un risultato forse insperato.
Poi Massimiliano Baldini, che forse sperava in qualcosa di più del 5,8% e Paolo Spadaccini, ex presidente del consiglio comunale, arrivato al 3%.
Infine, le compagini politiche. Il Pd torna ad essere saldamente il primo partito a Viareggio, con il 24,9% e rialzano la testa anche Sel e Federazione della Sinistra. Il Pdl scende al 16%. Sembra davvero essersi chiuso un ciclo, non sola a Viareggio ma in tutta la Versilia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento