I primi 50 anni dell’Itis Fermi

LUCCA - Un colpo di cannone ha dato il via alle celebrazioni per i cinquant’anni di attività dell’Itis Fermi di San Filippo, celebrazioni che proseguiranno fino a giugno.

-

Alunni vecchi e nuovi, insegnanti, autorità, tutti insieme per una mattina di festa e per celebrare con orgoglio e un pizzico di commozione una delle eccelenze in campo scolastico della nostra provincia. Ragazzi potagonisti anche questa mattina. L’ex allievo Andrea Teglia ha cantato l’inno nazionale, accompagnati da altri studenti del Fermi. Poi l’alzabandiera, altro momento che ha dato solennità alla cerimonia. Poi, il flash mob, interpretato da decine di studenti sul piazzale d’ingresso. Musica e ballo che hanno divertito anche le autorità presenti. Non è finita qui. Perchè l’Istituto ha voluto realizzare un’autentico “Smeriglio” , il tipico cannone in uso nel ‘500, per farne dono all’Opera delle Mura, in occasione dei 500 anni del piu’ importante monumento cittadino. La mattinata si è conclusa con gli interventi delle autorità presenti. La prefetto Cagliostro, il sindaco Tambellini, il presidente della Provincia Baccelli e l’onorevole Bergamini. Poi, c’è stata la simulazione di un’intervento di protezione civile, guidato da Vigili del Fuoco di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento