Trascinato per venti metri sull’asfalto

LUCCA - E' accaduto sulla circonvallazione, al termine di una lite per una precedenza non data. Vittima un automobilista di 64 anni, denunciato un 23enne di Porcari.

-

polizia1115.jpg

La Squadra Mobile ha denunciato per il reato di lesioni personali un 23enne di Porcari, per una vicenda successa nelle scorse settimane. Il giovane, da solo e alla guida di un’ auto sportiva, stando alla denuncia depositata in Questura dalla vittima, era uscito a tutto gas da porta S. Pietro e, incurante delle auto che provenivano da viale Regina Margherita, si era immesso sulla circonvallazione per svoltare a sinistra verso viale Cavour. Con questa manovra aveva però tagliato la strada alla vettura della vittima, un 64enne residente a S. Anna, che aveva la precedenza e che è stato costretto ad effettuare una brusca frenata per evitare la collisione. Questi dopo qualche metro aveva affiancato la vettura “pirata”, che a causa del traffico era temporaneamente ferma, per chiedere spiegazioni.
Mentre tentava di aprire lo sportello del guidatore questi, dopo aver alzato il dito medio all’ indirizzo della vittima, era ripartito con una brusca accelerata, trascinando il malcapitato sull’asfalto per almeno 20 metri, per poi dileguarsi zigzagando tra le auto in coda. La vittima, lasciata la presa, era stato soccorso da alcuni passanti che, oltre a chiamare il 118, avevano annotato la targa dell’ auto fuggita; il malcapitato era stato condotto al Pronto soccorso dove gli veniva riscontrata la frattura di alcune costole, forti abrasioni ad una gamba e a un fianco e politraumi, con prognosi iniziale di 25 giorni. L’ uomo aveva fatto denuncia in Questura e gli investigatori della sezione reati contro la persona, dopo aver sentito i testimoni e ricostruito il fatto, avevano mostrato la foto del sospettato alla vittima. L’ uomo aveva riconosciuto senza indugio il giovane che al termine degli accertamenti è stato denunciato alla Procura della Repubblica.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento