Fiamme Gialle, controlli di qualità

PROV. LUCCA - Resi noti i dati relativi ai controlli effettuati dalla Guardia di Finanza nei primi 5 mesi del 2013. Le indagini delle Fiamme Gialle sono concentrate più sulla qualità dei controlli che sulla quantità.

-

28_6_13__gdf.jpg

In occasione del 239esimo anniversario di fondazione, non più celebrato in pompa magna causa la profonda crisi economica-finanziaria, la Guardia di Finanza ha diramato i risultati conseguiti in provincia di Lucca nei primi cinque mesi del 2013. La nuova strategia d’azione e di lotta all’evasione è dettata da una maggiore qualità dei controlli a discapito della quantità. Insomma selezionare un minor numero di contribuenti cercando di concentrare le indagini e le attenzioni sui grandi evasori e le maggiori frodi. I dati più significati del primo scorcio dell’anno evidenziano di nove soggetti economici denunciati per reati tributari e di una richesta di sequestri patrimoniali per oltre 16 milioni di euro. Un’attività di verifica condotta dal Gruppo di Viareggio in materia di evasione fiscale internazionale ha condotto ad un albanese che aveva costituito una società in Africa da cui ha ricavato oltre 2 milioni di euro non dichiarati. Il nucleo di polizia tributaria di Lucca ha verificato che il comune di Pietrasanta aveva stipulato nel 2003 con istituto di cerdito un contratto finalizzato alla rimodulazione del proprio indebitamento. Ciò ha creato dal 2009 al 2012 un costo aggiuntivo per interessi passivi di oltre mezzo milione di euro. Due persone segnalate alla Corte dei Conti per danni all’ente derivanti dall’esposizione al rischio che il suddetto contratto ha generato. Ed ancora un provvedimento nei confrontii di un soggetto ritenuto affiliato al clan camorristico Saetta con sequestro a Viareggio di un immobile del valore di 350mila euro. Infine un ingente sequestro nel settore dei marchi contraffatti nei confrotni di due aziende tessili. Denunciate quattro persone, sequestrati tre macchinari, un immobile e quote della società. Numeri importanti che confermano la volontà della Guardia di Finanza di operare sempre più nello specifico e nella qualità di un servizio attento e scrupoloso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento