Terremoto, 48 edifici inagibili, oltre 500 da ispezionare

LUCCA - Dopo la paura e i danni di venerdì e domenica, il terremoto sembra allentare la morsa sulla Garfagnana. In venti ore solo due scosse, di lieve entità.

-

Nella notte tra lunedì e martedì hanno dormito nelle strutture d’emergenza 540 persone, un po’ meno della notte precedente, anche perchè l’abbassamento delle temperature ha spinto alcuni a ritornare nelle case. La guardia però rimane alta. La potenzialità di accoglienza nelle ultime ore è comunque cresciuta, raggiungendo i 1600 posti letto, disponibili in particolare in quattro campi principali, allestiti a Gramolazzo, Piazza al Serchio, Camporgiano, Pugliano.
E’ arrivato anche un altro modulo dalla Protezione Civile Regionale da 500 posti, che per adesso viene però tenuto in stand by.
Ora il massimo sforzo è diretto anche sulle verifiche degli edifici danneggiati. In Garfagnana sono operative 20 squadre di verificatori.
Ci sono 509 edifici ancora da verificare.
Al momento ne sono stati dichiarati inagibili 48, in particolare nei comuni di Minucciano, Piazza al Serchio, Sillano ma il numero è verosimilmente destinato ad aumentare. Sul fronte degli aiuti, nelle prossime il Consiglio dei Ministri dovrebbe approvare lo Stato di emergenza, con un primo stanziamento di 5 milioni di euro per i danni alle strutture pubbliche. Ma i sindaci chiedono a gran voce aiuti anche per le famiglie che hanno avuto la casa danneggiata.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento