Bufera sull’Erp

PROV. LUCCA - A pochi giorni dall’approvazione del bilancio 2012, i sindaci di Altopascio e Porcari hanno denunciato la disparità di trattamento tra i vari Comuni soci.

-

Potremmo chiamarla la rivolta dei piccoli Comuni. Si annuncia un’estate calda per l’Erp, l’ente pubblico che gestisce l’edilizia residenziale pubblica in provincia di Lucca. A pochi giorni dall’approvazione del bilancio 2012, i sindaci di Altopascio e Porcari hanno denunciato la disparità di trattamento tra i vari Comuni soci. “I piccoli Comuni – affermano Marchetti e Baccini – finanziano le spede dei grandi, che pur essendo maggiormante indebitati sono oggetto degli investimenti più importanti. E’ un’assoluta mancanza di par condicio – continuano i due sindaci – con un rinvio sistematico anche dei pochi interventi richiesti che vengono sostiuiti da continue promesse che rimangono sempre nei cassetti”.
In effetti il bilancio parla chiaro: Lucca conta un debito di 1 milione e 450.000 euro, Viareggio addirittura di 1 milione e 600.000 euro, seguiti a ruota da Capannori con 490.000 euro. Al contrario Altopascio vanta nei confronti di Erp un credito di oltre 200.000 euro. Marchetti e Baccini hanno attaccato senza mezzi termini la gestione dell’Erp, ma da parte sua il presidente Francesco Franceschini replica con fermezza.
“Aver approvato un bilancio in positivo è già un risultato importante – ci ha spiegato Franceschini -. La situazione evidenziata da Altopascio e Porcari è assolutamente normale: più il Comune è grosso e più c’è povertà. In questi anni abbiamo investito molto là dove c’era più bisogno, ma anche con i piccoli Comuni siamo in linea con il fabbisogno e gli interventi”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento