Lucchese, Pagliuca ma non solo

CALCIO D - Il neotecnico rossonero potrebbe portare con sè l’estroso attaccante sardo Michele Pulina che ha avuto nelle ultime stagioni. Intanto il DS Russo ha già iniziato i colloqui coi giocatori della vecchia guardia.

-

Come previsto e come ampiamente anticipato da Noi Tv lo scorso 31 maggio, in anticipo tremendo sull’ufficializzazione dell’affare giunta solo nel tardo pomeriggio di martedì 9 luglio, ovvero 40 giorni dopo, Guido Pagliuca è il nuovo allenatore della Lucchese. 37 anni, livornese di Cecina, avremo modo di conoscerlo più nel dettaglio giovedì pomeriggio quando sarà presentato al Porta Elisa. Russo lo voleva a Lucca già lo scorso anno e pare che riveda in lui una sorta di nuovo Orrico. Chissà. Sul piano tattico Pagliuca è un fautore del 4-3-3 zemaniano ma forse anche in grado di adattarsi ad altri schemi. Uno degli uomini di fiducia del neotecnico della Lucchese, almeno sul campo, è il 33enne Michele Pulina, tecnico e rapido attaccante sardo che lo segue ormai da qualche stagione e che segnò una rete proprio alla Lucchese nell’amichevole giocata contro il Bogliasco D’Albertis lo scorso 31 luglio al “Necchi-Balloni” di Forte dei Marmi. Vedremo se sarà accontentato. Nel frattempo Bruno Russo ha iniziato i colloqui coi giocatori della vecchia guardia da cui ripartire per cementare poi in miodo definitivo il gruppo. Quindi da capitan Aliboni ai vari Angeli, Casapieri, Espeche e Chianese passeranno tutti dall’ufficio del DS per siglare un nuovo accordo. Diverso il discorso per Alen Carli che, tentato da altre sirene e dalla voglia di avvicinarsi a casa, probabilmente non farà più parte del gruppo rossonero che da sabato salirà nel ritiro di Coreglia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.