Terremoto, l’emergenza continua

GARFAGNANA - Altre due scosse di terremoto forti oggi: una di magnitudo 3 e l'altra di 3.3. Sono state quasi 700 le persone che domenica notte hanno dormito nei centri d'accoglienza.

-

terremoto_1_luglio.jpg

Alle 13:27 scossa di magnitudo 3 della scala Richter, alle 18:56 di 3.3.
In Garfagnana, nella notte tra domenica e lunedì sono state ospitate nelle strutture della Protezione civile 680 persone che non se la sono sentita di dormire nelle proprie case.
Senza contare altre decine, centinaia di persone, che non vanno nelle aree dedicate ma preferiscono dormire in auto o in piccole tende montate vicino alla propria casa. La macchina dell’assistenza che doveva programmare il lento rientro dall’emergenza è tornata più operativa che mai e il tutto è slittato di almeno una settimana.
In base alle verifiche in corso sugli immobili condotte dalle squadre dei tecnici le case dichiarate inagibili sono 165, mentre sono 70 le persone ufficialmente sfollate, che non possono rientrare nelle loro case in base alle ordinanze dei sindaci (la discrepanza nei numeri è dovuta al numero di case vuote o seconde case nella zona).

Lascia per primo un commento

Lascia un commento