Una rete sotto il pontile

FORTE DEI MARMI - L’amministrazione comunale ha fatto installare una recinzione per impedire ai venditori abusivi di bivaccare sotto il pontile. Una soluzione che ha suscitato molte polemiche.

-

Una rete per bloccare l’accesso all’area sotto il pontile dei Forte dei Marmi, dove solitamente i venditori abusivi cercano riposo all’ombra dopo aver camminato per chilometri lungo le spiagge. Il provvedimento, secondo quanto spiegato dal comune, si lega alle lamentele per l’eccessiva presenza di venditori sotto il pontile e anche per richiamare l’attenzione sulla necessita’ di poter finanziare, insieme a privati, maggiori controlli sul territorio. ”La situazione dell’ordine pubblico – afferma il sindaco Umberto Buratti (Pd) e’ oggettivamente difficile e le forze dell’ordine con i mezzi a disposizione fanno anche troppo, purtroppo non ci e’ consentito di investire risorse in questa direzione ed io ho fatto quanto era nelle mie possibilita’, ho scritto anche a Roma per chiedere la modifica della legge”.
“La rete sotto il pontile garantisce il decoro e non e’ nella maniera piu’ assoluta indirizzato a lasciare sotto il sole cocente gli extracomunitari che vogliono riposarsi”. Prosegue il sindaco respingendo al mittente le critiche che gli sono state mosse da più parti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento