La vita particolare di Napoleone

LUCCA - Presentate a San Micheletto le tre serate (dal 21 al 23 agosto) delle Conversazioni Napoleoniche. Un modo di conoscere spaccati inediti e curiosi della vita dell’Imperatore. Coinvolto anche il Cineforum Ezechiele 25,17

-

12_8_13__napoleone_ok.jpg

Ambulanze volanti, archetipi teatrali e palle di neve: insomma un Napoleone come non l’avete mai visto nè tantomeno conosciuto sui libri di storia. Ci sarà anche questo nelle conversazioni estive del progetto: “Da Parigi a Lucca: il gusto di vivere al tempo di Napoleone e Elisa”. L’evento, giunto alla settima edizione, è stato ufficialmente presentato nel complesso di San Micheletto da Arturo Lattanzi, presidente della Fondazione CR Lucca, e da Roberta Martinelli, direttore dei Musei delle Residenze Napoleoniche dell’Isola d’Elba, nonchè ideatrice del progetto. Erano presenti anche i relatori delle tre serate, dal 21 al 23 agosto nel chiostro di San Micheletto, Velia Gini Bartoli, Simonetta Giurlani Pardini e Pier Dario Marzi. Di fatto saranno svelati particolari poco noti della vicenda umana, storica e talvolta epica dell’Imperatore le cui innovazioni segnano tutt’oggi in modo profondo anche la vita moderna. La grande novità dell’edizione 2013 è rappresentata dalla collaborazione con il Cineforum Ezechiele 25,17, uno dei riferimenti culturali a livello provinciale per il cinema, che darà una suggestiva lettura di Napoleone in chiave cinematografica trasformando per una sera San Micheletto in un cineforum all’aperto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento