Operazione Mare sicuro, primo bilancio

VIAREGGIO - A metà dell’operazione Mare Sicuro 2013, sono più di 500 i controlli effettuati lungo le coste viareggine e versiliesi dalla Capitaneria di Porto. Un primo bilancio è stato stilato dal comandante Pasquale Vitiello.

-

dsc_0508.jpg

Passato il Ferragosto siamo ormai al giro di boa dell’estate 2013.
A metà dell’operazione Mare Sicuro 2013, sono più di 500 i controlli effettuati lungo le coste viareggine e versiliesi dalla Capitaneria di Porto. Un primo bilancio è stato stilato dal comandante Pasquale Vitiello.
I controlli si svolgono a terra e a mare e vanno dalle verifiche alle unità da diporto, alle barche da pesca e quelle da traffico.
Ed i marinai della Guardia Costiera hanno anche verificato che gli stabilimenti balneari, da Viareggio sino a Forte dei Marmi, rispondessero alle norme dettate dall’ordinanza di sicurezza balneare.
Importanti e significativi i risultati conseguiti. 4 interventi di soccorso e 11 le persone aiutate.
Importante novità dell’estate è stata la moto d’acqua per il salvamento posizionata alla Lecciona. L’iniziativa è il risultato della sinergia tra la Prefettura di Lucca, la Guardia Costiera e il Comune di Viareggio.
Pochi gli illeciti riscontrati, solo 14 a fronte di 66 missioni a mare e a terra (per navigare nella fascia riservata alla balneazione, per avere le dotazioni di sicurezza scadute, per mancanza di documenti di bordo ecc.). I marinai della Guardia Costiera di Viareggio sono infatti impegnati quotidianamente anche nel verificare la salubrità delle acque di balneazione controllando anche i corsi d’acqua che sfociano in mare allo scopo di prevenire possibili fenomeni di inquinamento che potrebbero comportare anche divieti di balneazione. E anche a fronte di questo intenso lavoro i risultati sono arrivati. I dati della goletta verde infatti hanno rilevato una buona qualità delle acque della Versilia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento