Lucchese tra Cda, mercato e…Formigine

CALCIO D - Settimana calda per la Lucchese che prepara la gara del Porta Elisa contro i neroverdi emiliani. Il nuovo Cda dovrà risolvere anche i recenti attriti interni. Resta in dubbio il rientro di Elia Chianese.

-

19_9_13__lucchese.jpg

Dunque habemus Cda e presto, così pare, anche le nuove cariche. E tutto lascia supporre che, come ampiamente previsto e scontato, Andrea Bacci sarà il nuovo presidente della Lucchese. I nuovi consiglieri, ovvero i personaggi che più gli saranno vicini e che avranno ruoli fondamentali nell’assetto societario, sono in ordine alfabetico: Gianluca Campani, Nicola Giannecchini, Marco Gonzadi e Carmelo Sgrò. Instauratosi il nuovo esecutivo è abbastanza evidente che qualcosa andrà sistemato nel delicato ingranaggio, qualche sassolino che pure in questi giorni ha condizionato il mercato. Ogni riferimento ai rapporti tra il DG Rosadini e il DS Russo non è puramente casuale. In tutto ciò ci sarebbe anche il campionato che torna e bussa alle porte con la quarta giornata e la gara interna con il Formigine che tra l’altro ha cambiato allenatore esonerando Pantanelli e affidando la squadra al tecnico degli juniores Gianni Balugani. Un motivo ulteriore per diffidare dei neroverdi emiliani capaci già lo scorso 6 gennaio di inchiodare la Lucchese sullo 0 a 0. Dopo un avvio piuttosto laborioso, anche per aver iniziato in ritardo la preparazione, Fabio Aliboni sta lentamente tornando sui suoi livelli e sprona la squadra a sfatare il tabù del Porta Elisa. Per quanto riguarda la formazione anti-Formigine Pagliuca sta valutando con attenzione le condizioni fisiche di Elia Chianese che ha scontato la squalifica ma à alle prese con un problema tendineo ai flessori della coscia destra. Davvero una disdetta e la voglia di non rischiarlo. Tanto che si potrebbe paventare anche la conferma dello schieramento di Imola con la probabile unica novità di Lima, stavolta preferito in partenza al coetaneo Pecchioli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento