Pd, la sfida dei renziani riparte da Viareggio

VIAREGGIO - E’ a Viareggio, nella giornata conclusiva dell’Open Pd che i renziani tirano le somme dell’assemblea nazionale del Partito democratico.

-

Presenti quasi tutti i big che sostengono l’elezioni del sindaco di Firenze alla segreteria del partito. Nel corso dei loro interventi, hanno espresso delusione per come si è conclusa l’assemblea romana, il nulla di fatto sul cambiamento delle regole interne. Una delusione ribadita in maniera esplicita anche dalla base del movimento renziano, che ha accusato la vecchia dirigenza, con l’ex segretario Pierluigi Bersani in testa, di essersi rinchiusa in un bunker per ostacolare il rinnovamento del partito. Ma, tutti, Simona Bonafè ed Andrea Marcucci in testa, hanno però anche detto chiaramente che non ci si può fermare ora perchè c’è davvero l’occasione storica di creare un nuovo Pd.
Tra i presenti alll’OpenPd di Viareggio, tra gli altri, Paolo Gentiloni, Matteo Orfini, Nicola Latorre. Ma anche il sottosegretario agli interni Domenico Manzione, il sindaco di Forte dei Marmi, Umberto Buratti e quello di Porcari Alberto Baccini, il presidente della provincia Stefano Baccelli.
L’appuntamento adesso è a novembre per le convention locali e nazionale, in vista delle primarie dell’8 dicembre.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento