Piantagione di cannabis nell’orto di casa

CASTELNUOVO G. - Un uomo di 45 anni di Ghivizzano è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

-

Aveva realizzato una vera e propria piantagione di cannabis nel proprio orto, nascosta tra pomodori e granturco. L’operazione, presentata alla stampa dal comandante della Compagnia Carabinieri di Castelnuovo Paolo Volontè, è stata realizzata dai militari della stazione di Borgo a Mozzano che attraverso una complessa indagine tra gli assuntori di droga della Valle del Serchio è arrivata fino al soggetto. Gli elementi raccolti si sono dimostrati veri quando i carabinieri di Borgo e di Coreglia hanno perquisito l’orto attiguo all’abitazione dell’uomo. Qui sono state rinvenute 8 piante di cannabis, tutte di un’altezza considerevole, tra un metro e mezzo e i due metri e mezzo. Le piante erano state abilmente nascoste tra le altre coltivazioni per non essere notate dai vicini: tra i filari di uva, i pomodori e il granturco. Nell’abitazione dell’uomo sono stati rinvenuti anche 250 grammi di marijuana già essiccata, 750 euro in contanti, probabile provento dello spaccio, 5 grammi di hashish e un bilancino di precisione. L’uomo si è difeso dicendo di coltivare la droga per uso personale, ma l’ingente quantitativo e il bilancino, insieme alle testimonianze di alcuni assuntori, non hanno lasciato dubbi sull’attività di spaccio portata avanti dall’uomo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.