Rapinato in villa noto commerciante

MASSAROSA - Una banda composta da quattro uomini si è introdotta all’interno della villa di Andrea Larini, noto concessionario di auto, e dopo averlo picchiato e legato, hanno saccheggiato l’abitazione.

-

Lo hanno aspettato nascosti al buio e appena aperta la porta di casa gli sono saltati addosso. Una banda composta da quattro uomini si è introdotta all’interno della villa di Andrea Larini, 45 anni, noto concessionario di auto versiliese, e dopo averlo legato e picchiato hanno saccheggiato completamente la sua abitazione.
Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri, i quattro malviventi si sono introdotti all’interno della villa utilizzando una scala. Una volta dentro la proprietà, si sono nascosti attendendo il proprietario. Intorno alle 2 di notte Larini è rientrato a casa e appena aperta la porta è stato aggredito dai banditi, tutti con il volto travisato da passamontagna, due con accento dell’est europa e due toscano. Lo hanno preso a pugni e minacciato con un coltello. Dunque lo hanno legato con dello scotch e hanno trafugato tutti i preziosi: gioielli, orologi di pregio, una pistola e anche l’auto, una citroen ds4, tutto per un valore complessivo di alcune decine di migliaia di euro. Una volta fuggiti Larini è riuscito a dare l’allarme. Il colpo è durato circa mezz’ora. L’uomo ha riportato delle contusioni al volto e al costato a seguito delle percosse.
I carabinieri hanno esteso le ricerche della banda a livello nazionale e stanno cercando di capire se si sia trattato dello stesso gruppo che non più tardi del 22 agosto avevano rapinato Pippo Marchioro.
Non è la prima volta che Larini subisce una rapina del genere, era il 30 dicembre del 2005 quando l’imprenditore subì lo stesso trattamento, sempre all’interno della sua villa di Piano di Mommio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento